La moda punta sull’e-commerce: previste crescite ad alto ritmo

Il mondo della moda guarda all’e-commerce (e alle vetrine online) con crescente interesse. I grandi marchi – come Dolce&Gabbana, Hugo Boss – stanno implementando il sistema di vendite sul web, controllando costantemente i dati legati al settore. Che sono più che buoni. Come riporta MfFashion qui, in Italia nel 2019 gli acquisti online di abbigliamento sono stati pari a quasi 3,25 miliardi di euro (+16%), con un tasso di penetrazione del 9%. Dati scesi in modo importante all’inizio del lockdown, poiché i prodotti di vestiario erano considerati acquisti rimandabili. Ma nel corso del 2020 comunque è prevista una nuova crescita ad alto ritmo dell’e-commerce, che già alla fine del confinamento ha registrato un’accelerazione notevole.

Quindi se si vendono vestiti e accessori è meglio esserci online, con una vetrina che sia funzionale, elegante, adatta al target di riferimento e che permetta di gestire al meglio le nuove collezioni e il magazzino. Anche le boutique di città possono trarre vantaggio da un sito e-commerce: ci si fa conoscere, si amplia la clientela, si riesce ad arrivare con i propri prodotti negli armadi di tutta Italia.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi